Da Marotta a Perisic: chi sono i destinatari del messaggio di Icardi?

Mauro Icardi è tornato a parlare, per la prima volta da quando è scoppiato il caos.

Icardi nella serata di giovedì ha pubblicato un lungo messaggio su Instagram in cui ha voluto raccontare le sue sensazioni dopo quanto successo nelle ultime settimane, dopo che l’Inter ha deciso di togliergli la fascia di capitano.

Proviamo così a ricostruire le parole di Icardi, cercando di interpretare a chi si potesse riferire in vari passaggi del messaggio.


“Ho rifiutato offerte che difficilmente un giocatore professionista avrebbe rifiutato, tanto più in condizioni simili”

In questo passaggio, Icardi si riferisce ai tifosi che spesso lo hanno accusato di essere rimasto all’Inter solo per necessità e per mancanza di reali alternative. Molto probabilmente Icardi menziona le possibilità di andare alla Juventus lo scorso anno e al Napoli nel 2016, quando il club azzurro lo aveva cercato per rimpiazzare Gonzalo Higuain.


Il Conte Liotta@liottagio


“Ho sempre disapprovato quelli che alla prima occasione provavano a andarsene dal club”

E qui il riferimento è palesemente nei confronti di Ivan Perisic, che proprio nel mercato di gennaio aveva chiesto la cessione per via dell’offerta dell’Arsenal. Il croato è stato il motivo scatenante della rottura tra Icardi e lo spogliatoio, con la conseguente revoca della fascia di capitano.


“Non so se in questo momento ci sia amore e rispetto verso l’Inter e verso di me da parte di alcuni che prendono le decisioni”

Nella conferenza stampa odierna, Luciano Spalletti aveva detto di voler parlare solo di chi “aveva a cuore la sorte dell’Inter”. Questa potrebbe essere stata la risposta di Icardi nei confronti dell’allenatore nerazzurro.