Pazza Svizzera: 5 gol, una rimonta epica sul Belgio ed è Final Four

Abbiamo la terza qualificata alla Final Four di Nations League, ma non è il Belgio.

Incredibile a Lucerna: il 5-2 della Svizzera regala la Final Four agli uomini di Petkovic. I rossocrociati vincono il Girone 2 della Nations League: secondo il Belgio, terza l’Islanda.

Una sorpresa assoluta, perché oramai era tutto scritto: il Belgio alla Final Four. La Svizzera stasera avrebbe dovuto vincere e ribaltare lo scontro diretto: un obiettivo diventato utopia dopo 17 minuti di marca belga, quando gli uomini di Martinez sono volati sullo 0-2. E quindi? Alla Svizzera sarebbero serviti 4 gol, dopo il 2-1 dell’andata.

Infatti, dopo nemmeno un minuto, la Final Four diventa un miraggio per la Svizzera: un errore clamoroso di Elvedi libera Thorgan Hazard ed il fratello di Eden non tradisce. Nemmeno il tempo di riflettere e i padroni di casa affrontano la consapevolezza di dover realizzare 3 gol nei successivi novanta minuti.

L’unica condizione è che non subiscano gol: una condizione difficile da rispettare quando affronti il Belgio. A maggior ragione, in una situazione simile: Rodriguez e compagni devono rischiare, i belgi possono permettersi di attendere e ripartire.

E, in velocità, il Belgio trova l’immediato raddoppio: sembra essere la serata perfetta del fratello d’arte Hazard, perché arriva la sua doppietta. Tutto sembra scritto, perché la Svizzera deve segnarne 4: ma siamo soltanto al 17′, e di tempo ne manca.

La risalita comincia da un rigore conquistato da Mbabu e realizzato da Rodriguez. Al 26′, il milanista accorcia, ma il Belgio appare in controllo.

Tuttavia, ancora Rodriguez pennella una sfera dolcissima verso Shaqiri, il cui assist di testa regala a Seferovic la rete del 2-2: al 31′, la partita e la questione qualificazione è totalmente riaperta.

Lo stadio di Lucerna torna a crederci e paradossalmente è il Belgio ad aprirsi a letali contropiede: i padroni di casa ne disegnano uno impeccabile e passano al termine del primo tempo. La doppietta di Seferovic cambia radicalmente il destino di un giro che sembrava chiuso: al 44′ la Svizzera vince, 20 minuti prima era sotto 0-2.

La sceneggiatura del miracolo svizzero tuttavia non smette di emozionare. Si ricomincia a giocare e sono i rossocrociati a spingere, creando gioco, ma la rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo: l’autore è Elvedi, autore di quel clamoroso errore che aveva aperto la sfida.È la chiusura perfetta di una rimonta difficilmente concepibile.

La quarta rete svizzera arriva al 61′: ci sarebbe tempo per il Belgio, ma Mertens e compagni non incidono, nemmeno con l’ingresso di un buon Batshauyi. Anzi, chi esulta è ancora Seferovic: l’attaccante del Benfica completa la tripletta personale, chiudendo la sfida al 84′. Incredibilmente, finisce 5-2: la Svizzera raggiunge Portogallo ed Inghilterra. Domani l’ultimo verdetto: sarà Francia o Olanda?